Laurea in giurisprudenza: aspettative disattese ad un anno dalla laurea?

Secondo un articolo dell’Economist, i millennials (chi è nato tra il 1980 ed il 2000) sono la generazione più brillante e meglio educata che sia mai esistita. Eppure, l’ironia vuole che il mercato del lavoro in Europa, e in Italia soprattutto, sia tutt’altro che roseo per i giovani. Con un tasso di disoccupazione giovanile attorno al 40% è proprio a causa della debolezza del mercato del lavoro che l’Italia sta sprecando la sua più grande risorsa: il talento ed il capitale umano dei giovani.

Gli esiti occupazionali di chi ha scelto di chi ha scelto il percorso giuridico in Italia non sfuggono a questa tendenza. Eligendo ha analizzato i dati dell’indagine 2015 di AlmaLaurea relativi alla situazione occupazionale dei giovani laureati di giurisprudenza ad un anno dalla laurea.
Ci siamo concentrati sulle migliori dieci università per Giurisprudenza in Italia secondo la Classifica Censis 2016:

Ateneo di Modena e Reggio Emilia ( 1° posto)
Ateneo di Trento (2° posto)
Ateneo di Trieste (3° posto)
Ateneo dell’Insubria (4° posto)
Ateneo di Genova (5° posto)
Ateneo di Bologna (6° posto)
Ateneo di Pavia (7° posto)
Ateneo di Bergamo (8° posto)
Ateneo di Macerata (9° posto)
Ateneo di Milano Bicocca (10° posto)

Il quadro che ne emerge è chiaro: i giovani che intraprendono studi nel ramo giuridico vedono spesso le proprie aspettative disattese, una volta entrati nel mercato del lavoro.

Nel complesso, ad un anno dalla laurea, il 60% dei laureati di giurisprudenza usciti dalle dieci migliori università italiane non ha ancora trovato un’occupazione oppure ritorna a fare lo stesso lavoro che faceva prima di intraprendere il percorso accademico. Allo stesso modo, solamente il 36% ritiene che la propria laurea sia stata efficace per ottenere un avanzo di carriera nel proprio lavoro.

“Ad un anno dalla laurea, il 60% dei laureati di giurisprudenza non ha ancora trovato un’occupazione oppure ritorna a fare lo stesso lavoro che faceva prima di intraprendere il percorso accademico”

Quindi come fare a smarcarsi e a valorizzare tutti gli sforzi ed il tempo spesi sulle sudate carte?

In un contesto di questo tipo, sapersi muovere in tempo, avere una visione completa dell’offerta universitaria europea e dei programmi di supporto finanziario per studiare all’estero, saper scegliere un percorso accademico al di fuori degli schemi per sviluppare competenze uniche ed apprezzate sul mercato del lavoro può fare un’enorme differenza sulla carriera.

In questa fase è importante sapere dove guardare, ed è spesso qui che anche le migliori menti incontrano problemi. Infatti, opportunità di intraprendere una scelta universitaria che ci distingua dagli altri ce ne sono, soprattutto per chi come noi ha la fortuna di essere europeo, il problema è conoscerle: ad Eligendo forniamo servizi di orientamento su misura.

ēligendo

Per aspera ad astra. Through hardships to the stars.

© 2017 Eligendo.

Iscriviti alla nostra newsletter!

Vuoi studiare all'estero? Il Team di Eligendo
ti guida nel tuo percorso di scelta con informazioni utili
e qualche trucco del mestiere.

Grazie per esserti iscritto! A breve riceverai una simpatica email di conferma.